Il festival di Kickstarter, la creatività in rete per cambiare il mondo

Il festival di Kickstarter, la creatività in rete per cambiare il mondo

Idee – Parte da Brooklyn la quarta edizione del fesitval dei film indipendenti prodotti grazie a Kickstarter, la piattaforma di raccolta fondi che ha segnato la generazione digitale.

Idee di film lanciate sulla piattaforma di crowdfunding più famosa al mondo, Kickstarter, diventano film veri, viaggiano nei festival, vincono premi. L’incredibile potere della rete che promuove e premia chi sa comunicare la propria visione.

Quel che ha reso Kickstarter un veicolo di innovazione, buoni propositi e stili contemporanei, è stata la capacità di convogliare contenuti ben confezionati. In questo modo, da semplice vetrina per raccogliere fondi, il sito è diventato quasi un editore di storie e specchio di una nuova generazione (anglosassone) che crede nel potere delle idee per cambiare il mondo.

Con quest’approccio del “basta poco per fare molto se lo facciamo in tanti” è promosso quest’anno il Kickstarter film festival, giunto alla quarta edizione.

Partirà dal 18 luglio a Brooklyn, arriverà poi a Los Angeles e poi a Londra a settembre. Qui sotto il promo dell’evento che restituisce perfettamente lo spirito dell’iniziativa.

http://youtu.be/hGrpuNxRiuk

In cinque anni di vita Kickstarter ha registrato qualcosa come 225 milioni di dollari di donazioni (reali o promesse) che hanno reso possibili prototipi di invenzioni in ogni campo dalla moda al design, dalla musica all’high-tech, compresi progetti audio-visivi ed eventi artistici live.

Consapevole della sua capacità di promozione e aggregazione di contenuti rilevanti, Kickstarter aveva già aperto a marzo un canale su iTunes per permettere a chiunque di fruire i contenuti che loro stessi hanno permesso di finanziare. Persino Spike Lee tramite Kickstarter ha racimolato 1,25 milioni di dollari per il nuovo film, e altre promozioni finanziate sulla piattaforma hanno vinto premi a Cannes, Tribeca e al Sundance. E anche un Oscar per miglior documentario, Inocente, la storia di una ragazzina vagabonda di 15 anni che non rinuncia al sogno di diventare un’artista: aveva convinto 294 donatori per un totale di 52.527 dollari.

[via Pagina99.it]